Home‎ > ‎Blog‎ > ‎

Un continuo processo di apprendimento

pubblicato 01 set 2010, 01:54 da Pietro Thea
Hokusai, uno dei più grandi pittori Giapponesi, ha scritto:

Già all'età di sei anni avevo la mania di disegnare la forma delle cose. A cinquant'anni avevo ormai pubblicato una infinità di disegni, ma tutto ciò che ho prodotto prima dei settant'anni non vale la pena di essere preso in considerazione. A settantatre anni ho imparato qualcosa sulla autentica struttura della natura, degli animali, delle piante degli uccelli dei pesci e degli insetti. Perciò quando avrò ottant'anni avrò fatto altri progressi; a novant'anni penetrerò il mistero delle cose; a cento avrò raggiunto uno stadio meraviglioso; e quando avrò raggiunto centodieci anni, tutto ciò che farò, che sia solo un punticino o una linea, sarà vivo.
Scritto all'età di settantacinque anni da me, un tempo Hokusai, oggi Owakio Rojin, un vecchio che ha la mania del disegno.
citato in Betty Edwards - Disegnare con la parte destra del cervello

Se si ha un interesse, una passione, che sia una forma artistica o la ricerca interiore, si può scoprire che, con l'andare del tempo, il nostro interesse, invece di diminuire, cresce sempre di più; e se certamente con la pratica acquisiamo una conoscenza, una esperienza, allo stesso tempo il campo della nostra ricerca si amplia e può diventare un continuo processo di apprendimento. Riscoprire e adottare consapevolmente questo atteggiamento, che sia nei confronti di una forma artistica, della ricerca interiore o della Vita stessa mi sembra di grande beneficio: invece di essere ossessionati dal risultato possiamo rilassarci in questo continuo processo si apprendimento.

Comments